giovedì 24 dicembre 2015

Approvato il manifesto per il contrasto alla criminalità mafiosa e alla corruzione


Lo scorso 22 dicembre anche il Consiglio Comunale muggiorese ha approvato all'unanimità il "Manifesto BrianzaSicura", un progetto intercomunale di contrasto alla criminalità organizzata di stampo mafioso e al fenomeno della corruzione.
 
Il manifesto "BrianzaSicura" nasce dalla convizione che mafia e corruzione siano minacce serie, concrete ed attuali per la democrazia e per un sano e corretto sviluppo economico. Anche la Brianza si è rivelata uno dei territori a più alto rischio e incidenza per reati legati alla criminalità organizzata ed alla corruzione.
 
Questa realtà è resa particolarmente evidente dai clamorosi risultati delle operazioni condotte negli ultimi anni dalla magistratura e dalle forze dell'ordine sul territorio brianzolo.
 
Oltre alla recentissima adesione del Comune di Muggiò, si registra l'adesione dei Comuni brianzoli di Barlassina, Seveso, Misinto, Lentate sul Seveso, Lissone e Giussano.
 
Con l’adesione a Brianza SiCura Comuni sottoscrittori si impegnano a:
  1. Mettere al primo posto della propria attività amministrativa e programmatoria i principi di legalità, formale e sostanziale.
  1. Accrescere e mantenere a tutti i livelli della propria organizzazione la cultura della legalità e il rispetto delle norme attraverso iniziative di formazione permanente e di scambio di esperienze con le altre amministrazioni aderenti.
  1. Sviluppare un percorso intercomunale condiviso di iniziative volte alla corretta informazione e alla costante formazione/sensibilizzazione di cittadini, scuole, associazioni e operatori economici territoriali orientata alla prevenzione della corruzione e di ogni manifestazione di natura malavitosa.
 
Sul tema della legalità, la Giunta comunale ha le idee chiare sin da quando nell’estate 2014, a poco più di un mese dalla sua elezione a Sindaco, Maria Fiorito ha ricevuto dall'Associazione Libera il Braccialetto Bianco a seguito dell’adesione alla campagna “Riparte il Futuro”, a cui ha fatto seguito la prima seduta di Giunta in cui è stata approvata la delibera “trasparenza a costo zero” attivando così il primo passo del percorso per una completa trasparenza dell'attività del Comune e di coloro che lo amministrano.




Nessun commento:

Posta un commento