venerdì 25 aprile 2014

MARIA FIORITO: "SARO’ UN SINDACO ANTI-MALAVITA, CON ME SUBITO UN GIRO DI VITE CONTRO L’ILLEGALITA".

Maria Fiorito la candidata sindaco di PD, Insieme per Muggiò – Popolari Muggioresi, PSI, fa un punto d’onore su un tema che le sta particolarmente a cuore: “ La trasparenza e la battaglia contro l’illegalità. Ho già firmato in anteprima la carta ‘Riparte il futuro’ creata da Libera, dal Gruppo Abele di Don Ciotti e da Avviso pubblico. Sono la terza candidata sindaco a farlo in tutta Italia, la prima in Brianza e la prima per un comune non capoluogo. Sarò un sindaco anti-malavita a tutti gli effetti: lotta alla criminalità, lotta alle cause della criminalità.”.


Cosa prevede la carta “Riparte il futuro” ? Una serie di “ vincoli –spiega la Fiorito- che portano, in tempi molto stretti, alla completa trasparenza sulla politica che agisce all’interno dell’Amministrazione e sulla circolazione dei beni e delle risorse. Insomma, con me i cittadini potranno sapere finalmente e in tempi molto rapidi come girano i soldi in Comune: quanto e perché vengono spese le risorse che loro versano all’Ente attraverso le tasse.”. La carta include infatti l’obbligo di produrre nei primi 100 giorni una delibera sulla “trasparenza a costo zero”: accessibilità ai dati anagrafici di tutti gli eletti, un codice etico comunale molto stringente, e cioè la Carta di Pisa, una tavola pubblica che riunisce istituzioni e cittadinanza per tenere monitorate le scelte dell’Amministrazione.

Un’ultima osservazione sull’iniziativa: “La carta “Riparte il futuro” è il genere di documento,
 e non è il primo creato in Italia, che può impedire che la malavita organizzata si infiltri in un territorio e agisca all’ombra della pubblica amministrazione o che qualcuno possa avvantaggiarsi all’interno di settori notoriamente a rischio come le partecipate e le aziende speciali. Non capisco francamente perché mai chi ci ha amministrati negli ultimi 5 anni non se ne sia dotato. C’è una buona notizia, però, –
puntualizza la candidata- ed è che presto le cose potranno finalmente cambiare grazie al voto del 25 maggio.”.
Non si accontenta, però, Maria Fiorito e aggiunge altri elementi, presi invece dal suo programma “ormai in conclusione. Come leggiamo dalle tante cartoline, la lotta contro l’illegalità a tutti i livelli è un tema molto sentito, motivo per il quale istituiremo un ‘Gruppo Legalità’ composto da assessori, funzionari, professionisti e in contatto strettissimo con polizia locale e carabinieri per monitorare e reprimere qualunque fenomeno capace di generare ingiustizia. La crisi –conclude la candidata- espone soprattutto le fasce più deboli a forti rischi e mette a repentaglio sicurezza e qualità della vita: checché ne dicano i nostri avversari, la disciplina è un tema nostro e la malavita non si contrasta certo chiudendo un occhio.”.

http://www.riparteilfuturo.it/


Nessun commento:

Posta un commento