martedì 18 giugno 2013

Ancora troppe sedie vuote: il PD rimane in aula per garantire la presentazione del Bilancio 2013.


Consiglio Comunale di Muggiò in diretta: si parla di Bilancio preventivo 2013 e la maggioranza non ha il numero legale per assicurare la normale discussione del documento fondamentale di programmazione dell'Ente. Alle 21,30 mancano 4 consiglieri di maggioranza (Pdl + Lega Nord). Il Pd rimane in aula consiliare a garantire il numero legale e consentire che la seduta abbia inizio, animati, per chi ci conosce, da un solido senso di responsabilità verso i cittadini e le istituzioni locali.

2 commenti:

  1. Un'annotazione desolante: non solo c'erano molti scranni vuoti nel settore della maggioranza ieri sera in Consiglio comunale, ma non c'era quasi nessuno neanche nel settore del pubblico. In particolare si è notata la mancanza degli esponenti del M5S, che ieri sera avevano supportato con applauso il consigliere Capizzi (PRC) per una sua interrogazione riguardante le tariffe cimiteriali (considerate troppo esose). Argomento interessante ma non paragonabile, per importanza, con la presentazione del bilancio di previsione dell'anno 2013. E' stata anche respinta una mozione (sempre del consigliere Capizzi) che chiedeva una censura dell'assessore Vantellino per il suo comportamento inefficace e non trasparente nei confronti dell'ANAS che si era impegnata a realizzare alcune rotatorie sul nostro territorio per mitigare gli effetti negativi (inquinamento acustico ed atmosferico ...) che si sarebbero manifestati sul nostro territorio in concomitanza con i lavori d'interramento del viale Lombardia. Il PD ha respinto questa richiesta di censura, perché l'impegno dell'assessore e della giunta Zanantoni su questo specifico punto è stato ampiamente documentato. Occorre tener conto del fatto che l'interlocutore dell'amministrazione comunale era (ed è) l'ANAS, un colosso contro cui anch'io avevo lottato tenacemente durante il mio mandato, con risultati non del tutto soddisfacenti. Ora c'è da unire gli sforzi per ottenere al più presto quello che l'ANAS si è impegnata a realizzare, a sue spese: le rotatorie. Non condividiamo neanche il giudizio di Capizzi, che non ritiene utile la realizzazione di queste opere, ora che l'interramento del viale Lombardia è stato ultimato. Non si tratta di 'spreco di denaro pubblico' perché riteniamo che queste rotatorie siano ancora necessarie per garantire maggior sicurezza e fluidità del traffico di attraversamento della nostra città. Le 'larghe intese' sono arrivate anche a Muggiò? Neanche per sogno! Le differenze tra noi eil centrodestra nella gestione e nella realizzazione di un progetto di città rimangono più che mai e avremo modo di esplicitarle quando fra qualche settimana discuteremo in consiglio comunale il bilancio di previsione 2013.

    RispondiElimina
  2. Non si capisce effettivamente l’operato del PD in questo ultimo periodo. Ormai vediamo quasi costantemente una giunta svestita dei partiti di maggioranza ed un’opposizione che garantisce il numero legale, dovremmo essere a 5/6 volte nell’ ultimo anno, come a ringraziare del lavoro svolto e a giustificare le assenze come una maestrina.
    Ho assistito alla serata di lunedì, e con profondo (mio) disappunto ho anche visto un rappresentante dei partiti di opposizione chiedere, in un dibattito, il restringimento dei tempi, per poi scoprire che l’unico pensiero è stato rivolto ad un albero che si è inclinato, fosse l’unico, il parco è lì da vedere. Si può anche ammettere che la discussione per il “caro estinto” sia andata oltre i tempi dovuti, ma orologio alla mano, ho anche preso il tempo dell’intervento del nostro primo cittadino che, tra leggi e leggine e rimandi a questo e a quello ha assonnato per oltre 20 minuti il Consiglio Comunale, con il risultato del “così è se vi pare”. Quattrocento e dispari euro per riesumare una salma a differenza di Comuni che sono circa alla metà, basterebbe fare un giro sui siti degli altri Comuni nei link dei servizi cimiteriali e constatare di persona.
    Detto questo sull’“appunto” in questione, ovvero quello relativo alla seconda convocazione, certo che il cittadino non abbia partecipato e su questo dobbiamo darne atto, ma vero anche che alla fine dalla fiera si sarebbe dovuto addentrare ad argomenti che non sono alla portata di tutti, o forse avrebbero reso la nottata insonne del malcapitato spettatore di turno ragionando su dove finiscono i soldi delle proprie tasse.
    La questione ANAS ormai risale alla notte dei tempi, la realtà sta nel fatto che la zona sud di Muggiò ha convissuto per anni con il traffico pendolare a causa dei lavori della SS36 e non solo, in cambio ha ricevuto ben poco da ANAS, si potrebbe dire quasi nulla rispetto gli altri Comuni confinati con la strada in questione (Cinisello, Monza,…). Non sarà che all’incontro preliminare tra ANAS e Comuni il nostro non sia stato presente? Le fatidiche rotonde si sono nebulizzate, a breve partiranno i lavori in superficie e la situazione non cambierà di molto, sino al loro termine. Muggiò intanto aspetta le rotonde che non arriveranno mai, o perlomeno non a carico di ANAS. Premesso che la teoria del consigliere di RC, ovvero l’annullamento delle medesime, non mi aggrada, se è vero come viene sostenuto che dovrebbe farsene carico l’ANAS.
    Non me ne voglia il Dott. Fossati di questo mio intervento, ma purtroppo è una constatazione dei fatti che ormai si ripete da mesi. Non me ne voglia il PD se mi permetto di dire che sembra in qualche modo la fotocopia della situazione nazionale, dove ormai finisce tutto a tarallucci e vino a discapito della popolazione. Il fatto di avere garantito il numero legale o di astenersi dal voto, forse, a volte non è un bel segnale, almeno nei confronti del cittadino; mi ricorda invece quella canzoncina di Nunzio Filogamo, Tutto va bene Madama la Marchesa!
    Forse sarebbe più interessante vedere un’opposizione che si adopra per il bene del cittadino e della comunità anche con argomenti più “frivoli” del bilancio comunale, forse spaziando più sul sociale tralasciando il politico-burocratese. Forse Muggiò e i suoi 24.000 abitanti ne hanno bisogno!

    RispondiElimina