venerdì 1 febbraio 2013

IL PERCHE' DI UN SORRISO


 
Perché un sorriso? è difficile sorridere in un momento come questo, quando le famiglie sono piegate dalla crisi economica, quando la decadenza dei costumi e l’arroganza di una certo modo di far politica ha minato il senso dello stare insieme, dell’essere comunità solidale … quando ciascuno si chiude nel proprio guscio soffocato dal peso della sua quotidianità, fatta di precarietà, di disagio economico, di diritti di cittadinanza non riconosciuti... E allora perché sorridere?
Io sorrido perché ho fiducia in noi, nella nostra capacità di reagire e di riscattarci dagli errori del passato: ce lo insegna, come dico sempre ai miei ragazzini, sua Maestà la Storia. Ancora una volta il 27 gennaio sono stata rapita da “La Vita è bella”, ancora una volta mi sono commossa, ho gioito ed ho pensando riascoltando la canzone di Noa …
“Smile, without a reason why
Love, as if you were a child,
Smile, no matter what they tell you
Don't listen to a word they say
Cause life is beautiful that way.”

“Sorridi senza ragione
Ama come se fossi un bambino
Sorridi , non importa cosa ti dicono
non ascoltare una parola
perché la Vita è bella”


Sono stata innumerevoli volte in Pellegrinaggio ai Campi di Sterminio, ho avuto la fortuna di incontrare i deportati Angelo Signorelli, Angelo Ratti, Enrico Longari, Umberto Diegoli … Ho conosciuto i figli di coloro che hanno dato la Vita per noi e che hanno posto le basi per la costruzione della nuova Europa: Milena Bracesco, Jonne Biffi, Peppino Valota … Nelle loro parole, mai odio o rancore sempre e solo speranza e fiducia nell’Uomo. Nei loro insegnamenti sono le radici del mio impegno.
Per questo voglio donare un sorriso alla mia Regione, a quella Lombardia solidale e laboriosa che mi ha accolta quando ero piccina e alla quale vorrei restituire speranza e dignità.

E col sorriso darò il mio piccolo contributo all’elezione del Presidente Ambrosoli, lo sosterrò con determinazione ed entusiasmo, forte dei valori che ci uniscono:
“Vincere le elezioni in Lombardia è soprattutto mettere i cittadini in un nuovo protagonismo di valori e diritti che è condizione di concordia e di crescita.
Possiamo e dobbiamo farcela.”

E tutti insieme ce la faremo!
                                                                                                        MARIA FIORITO

Nessun commento:

Posta un commento