martedì 16 ottobre 2012

LA 'NDRANGHETA IN LOMBARDIA E A MUGGIO'


 
Molti cittadini sono nauseati dalla politica perchè corrotta. Il caso Fiorito (capogruppo del PDL in Lazio, arrestato per peculato) e il caso Zambetti (assessore lombardo del PDL, arrestato per collusione con la ‘ndrangheta) lo dimostrano. Con Zambetti siamo arrivati, in Lombardia, a 13 indagati tra membri della Giunta e del Consiglio regionali, di cui 12 in quota PDL e Lega Nord ed uno in quota PD (Penati). Formigoni non è in grado di garantire legalità e trasparenza e, quindi, si deve dimettere! Il caso Zambetti ci ricorda che l’infiltrazione malavitosa nelle pubbliche istituzioni è, purtroppo, una realtà anche in Lombardia. Rammentate la vicenda del nostro Multisala? Una giunta (di centrodestra) volle questo progetto, imprenditorialmente demenziale e a rischio di riciclaggio (infatti vi fu un tentativo di collusione tra ‘ndrangheta e mafia cinese), un’altra giunta (di centrosinistra) lo contrastò con coraggio (infatti, alcuni dei protagonisti calabro-cinesi sono stati processati e condannati). Questa stessa giunta di centrosinistra, per prima in Lombardia, costituì una commissione di vigilanza per il rispetto della legalità nei cantieri edili (altro luogo a rischio di infiltrazione malavitosa). La malavita organizzata esiste anche da noi:  c’è chi entra in collusione con essa e c’è chi la contrasta. Non siamo tutti uguali.
CIRCOLO PD DI MUGGIO'

Nessun commento:

Posta un commento