mercoledì 19 ottobre 2011

CLAMOROSO: SULLA CASERMA DEI CARABINIERI IL TAR DA' RAGIONE A FOSSATI. UNA SBERLA PER LA GIUNTA ZANANTONI


Ho riportato i titoli che la stampa locale ha utilizzato per dare la notizia: il TAR (Tribunale Amministrativo Regionale) della Lombardia la scorsa settimana ha dato ragione alla società Edilteco - scelta dall’amministrazione Fossati per costruire la nuova caserma dei carabinieri – che aveva ricorso contro la decisione della Giunta Zanantoni di estrometterla, sostenendo che le procedure adottate da Fossati erano state “profondamente sbagliate”. Il TAR, nel dare ragione all’Edilteco, giudica che le procedure adottate dall’amministrazione di centrosinistra erano corrette.

Una sentenza che, logicamente, ho accolto con grande soddisfazione, perchè è per me il riconoscimento importante di una correttezza e di una trasparenza, che sono state – con la competenza - le costanti del mio modo di governare.

Ricordo che la Giunta Zanantoni, con una delibera del 27 luglio 2010, aveva revocato tutti gli atti deliberativi della mia Giunta e predisposto un “nuovo schema convenzionale per la disciplina di rapporti tra Amministrazione Comunale e soggetto promotore” della realizzazione della caserma.

Il 4 ottobre del 2010 avevo presentato al sindaco una interpellanza sul tema. Le contestazioni principali rivoltemi erano di non aver provveduto all’accatastamento delle aree su cui sarebbe sorta la caserma (errore tecnico degli uffici, facilmente sanabile) e di non aver fatto una gara ad evidenza pubblica (contestazione più importante). Problema serio perché se le contestazioni fossero state vere avrebbero vanificato il lavoro di quattro anni della mia amministrazione.

Nell’illustrare la mia interpellanza avevo ricordato – per sgombrare il campo da maligni retro pensieri – che in questa vicenda c’era sempre stata da parte nostra la più assoluta trasparenza. Per essere chiari, in questa vicenda non si troverà all’opera nessuna ‘cricca’ di malaffare. Il promotore privato del nostro project financing – l’Ediltecoera persona nota e accreditata negli ambienti della Prefettura e dell’Arma dei Carabinieri e, all’epoca, aveva appena terminato di realizzare la caserma dei carabinieri di Cusano Milanino, con un iter procedurale che noi prendemmo a modello per il suo esito positivo. Rammento che questo iter procedurale è sempre stato giudicato corretto non solo dai nostri funzionari, ma anche dai responsabili della Prefettura di Milano , del Demanio e dell’Arma dei Carabinieri. L’atto definitivo, che suggellava questo lungo e faticoso iter, è stato il giudizio della Commissione Interministeriale (Ministeri della Difesa e degli Interni) che in data 27 maggio 2009 (proprio alla scadenza del mio mandato) aveva ritenuto congruo il canone annuo – di 221.250,00 € - per la caserma.

La giunta dovrà ora decidere se ricorrere o meno al Consiglio di Stato: questo comporterebbe un ulteriore allungamento dei tempi di realizzazione della caserma. Se la preoccupazione del sindaco Zanantoni era quella di non compiere atti illegittimi che qualcuno avrebbe potuto impugnare, mettendo nei guai l’amministrazione, questa sentenza del TAR dovrebbe averla eliminata. Il mio auspicio è che sulle polemiche politiche prevalga il buon senso e l’interesse per i cittadini. Noi saremo coerenti con questo auspicio.
                                                                                                                             Carlo Fossati

1 commento:

  1. E' la strategia della destra di Muggiò: infangare infangare infangare per coprire le proprie incapacità. La città è peggiorata, e non avete affrontato il tema delle feste in villa casati. sul blog di rifondazione comunista sono elencate le spese dper 45 giorni di festa "Un'estate mai vista". leggo che ci sarà anche un'altra festa d'autunno in stile "octoberfest" di tre giorni. tanto paga pantalone!! e la città va a rotoli, nel traffico, con le strade sfasciate, nel'ambrosia non tagliata, nei capannoni che salteranno su come funghi nel parco del Grugnotorto grazie alle modifiche del piano regolatore. loro risolvono tutto con le feste. i muggioresi dormono?

    RispondiElimina