lunedì 11 aprile 2011

Föra di ball: il sindaco ha licenziato il suo vice Quanto conta la Lega a Muggiò? Poco o niente

I rapporti tra Lega Nord e Zanantoni sono sempre stati difficili, perchè alla Lega e, soprattutto, al suo (ex) segretario Galimberti, non era piaciuto come Zanantoni aveva amministrato Muggiò nel suo primo mandato. Ma i vertici provinciali dei due partiti, per le elezioni del 2009, imposero l'alleanza. La Lega ottenne un risultato deludente: 11% dei voti e l'elezione di soli due consiglieri comunali. Il Pdl, quindi, potrebbe fare a meno della Lega per governare Muggiò. Ciononostante alla Lega furono attribuiti due importanti assessorati: Lavori Pubblici (LL.PP.) e Finanze. L'assessore ai LL.PP., nonchè segretario cittadino della Lega, Galimberti, divenne anche vicesindaco. Dopo pochi mesi, per una questione apparentemente banale (un candidato proposto da Galimberti per una commissione consigliare era stato bocciato dal sindaco) il vicesindaco si dimise. Ma tornò al suo posto pochi giorni dopo senza fornire spiegazioni plausibili.

E' di due mesi fa il pasticciaccio di piazza Garibaldi. Galimberti la vuole almeno in parte risistemare con un preventivo di spesa di circa 7.000 €, che a consuntivo diventano 40.000 €. Il sindaco s'arrabbia e licenzia il suo vice: "Fòra di ball!". Ci si aspetta una crisi di giunta e invece tutto si sistema perchè i vertici della Lega scaricano Galimberti in cambio della sua sostituzione con il consigliere Mazza.

A chi mi chiede che cosa ha fatto la Lega in questi primi due anni di mandato, rispondo: si è appiattita sulle scelte del Pdl, anche su quelle urbanistiche più smaccatamente 'filo-cemento'. Ci saremmo aspettati un'opposizione della Lega sulle proposte di Zanantoni di aumentare il volume della Multisala Cinematografica e di costruire capannoni industriali nell'area del Parco del Grugnotorto. Invece: 'nisba'! I consiglieri leghisti hanno alzato, senza fiatare, la manina e hanno approvato queste scelte scellerate.

E sui loro temi specifici, quali quello degli extracomunitari? Si sono rifiutati di esprimere solidarietà (logicamente) al cardinal Tettamanzi, quando fu attaccato da la Padania per la sua coraggiosa difesa degli stranieri e dei 'rom' , creando imbarazzo nella componente cattolica del Pdl. Hanno cercato di rivendicare la primogenitura dei provvedimenti di sostegno ai lavoratori disoccupati o cassaintegrati, ma questi provvedimenti sono stati voluti all'unanimità da tutto il Consiglio comunale. Sul cavallo di battaglia del federalismo fiscale l'assessore Galletti, nella presentazione del bilancio di previsione di quest'anno, ha cercato di enfatizzarne l'importanza, ma ha dovuto incassare la diffidenza di qualche autorevole esponente della maggioranza e la contestazione motivata del nostro capogruppo, Antono Vendramin, che gli ha ricordato come per ora il 'federalismo municipale', per come è stato approvato, provocherà solo un aumento delle tasse. I muggioresi ringraziano la Lega Nord!

3 commenti:

  1. Ma il Galimberti potrebbe essere stato scaricato per poter dare il via libera ad altre scellerate "scelte" urbanistiche...

    RispondiElimina
  2. Ma per piacere, non confondiamo l'oro con la tolla.

    RispondiElimina
  3. Vorrei sapere il perchè dell'asfaltatura "parziale" di via Italia...forse il nome della via è indigesto al vicesindaco Mazza

    RispondiElimina