lunedì 7 marzo 2011

“Lievitati” di 6 volte i costi di piazza Garibaldi: debito “fuori bilancio”

ll debito formatosi “fuori bilancio” per i lavori di manutenzione della piazza Garibaldi arriva nel Consiglio Comunale di venerdì 4 marzo.

La storia inizia con un preventivo che fissava il costo in 7.194,25 € per 45 ore di lavoro pari ad una settimana di presenza del cantiere nella piazza principale di Muggiò. “Inizialmente” - si legge nella delibera – “i lavori di ripristino di piazza Garibaldi erano andati ad interessare modesti tratti stradali eseguibili in 8/9 giorni lavorativi (…)”.

Poi però qualcosa va storto, poiché “nel corso dei lavori per un’incomprensione interpretativa, era accresciuta in chi aveva promosso inizialmente l’intervento (l’ex vice sindaco leghista Galimberti ndr) l’errata convinzione che l’impresa X avrebbe proceduto all’intero ripristino stradale di Piazza Garibaldi per un costo complessivo di 6.096,81 + IVA (…)”.

Un equivoco “salato” che ha visto la permanenza del cantiere nel centro di Muggiò per circa due mesi (e non gli otto giorni previsti) alle prese con il rifacimento di un terzo della piazza ed un conto finale presentato al Comune pari a 43.225,78 €.

Sei volte di più del preventivo. Ora il debito fuori bilancio, approvato con i soli voti della maggioranza, sarà trasmesso, come prevede la Legge, alla competente procura della Corte dei Conti, per le ulteriori valutazioni di un caso increscioso di superficialità e improvvisazione.

Il Sindaco, ammettendo il grossolano errore compiuto e portato al giudizio del Consiglio Comunale, ha auspicato, con lo sguardo fisso e rivolto verso i consiglieri del PDL e della Lega, che un fatto del genere non si verifichi più.

Parafrasando un titolo famoso di Carlo Emilio Gadda, il “pasticciaccio” di piazza Garibaldi è il simbolo del fallimento del Servizio Lavori Pubblici dopo doli due anni di mandato amministrativo PDL+Lega. Nessuna opera strategica e di rilievo è stata messa in campo in questi due anni: il campo sportivo di via I maggio è stata interamente finanziata dalla Giunta di centrosinistra e la pista ciclabile, che collega Muggiò a Taccona, è stata progettata e finanziata dalla Giunta Fossati e da Regione Lombardia.

A Muggiò dopo due anni si attende un’opera pubblica degna di questa nome e targata "centrodestra".

Nessun commento:

Posta un commento