mercoledì 16 marzo 2011

Le orge del centrosinistra a Villa Casati

Lunedì 14 marzo: in Consiglio Comunale la giunta Zanantoni presenta il bilancio di previsione del 2011. Atto politico-amministrativo importante: tutti i consiglieri sono presenti. Prende la parola il sindaco ed ecco la prima sorpresa. Non cercate - dice - in questo bilancio l'annuncio di opere pubbliche nuove, strategiche: non lo troverete, perchè non si possono fare, in quanto mancano le necessarie risorse finanziarie. Bravo Zanantoni - mi dico fra me e me - per questa sincera ammissione. Adesso mi aspetto che il sindaco espliciti la causa di questa situazione di difficoltà. Questa causa è scritta nero su bianco nella relazione programmatica di accompagnamento al bilancio. "Purtroppo - sta scritto - gli Enti Locali continuano ad essere penalizzati dalle politiche finanziarie dei governi nazionali impegnati a recuperare il disavanzo pubblico." E ancora: "Il rispetto del Patto di Stabilità quest'anno è reso più difficile dall'entità del taglio dei trasferimenti erariali, che vedono nel prossimo triennio il nostro Ente pesantemente colpito dalla manovra governativa." Infatti questi tagli ammontano per il nostro Comune a 580.000 € per il 2011 e a ben 950.000 € per il 2012 e 2013.

Insomma, Muggiò, come tanti altri Comuni di centrodestra, è massacrata dal "fuoco amico" di Tremonti e Berlusconi. Ma ecco che, come un abile prestigiatore, Zanantoni estrae dal cappello un coniglio: la colpa delle attuali difficoltà è della precedente amministrazione di centrosinistra (Nooooo! Ancora la storia, che credevo definitivamente superata, dei "buchi"!) ... per le "orge" di opere pubbliche messe in cantiere, che devono essere completate dall'attuale amministrazione di centrodestra. Confesso di aver avuto un intimo sussulto d'orgoglio per questo inopinato riconoscimento. In sostanza, la nostra colpa è stata quella di "aver fatto troppo"! Affermazione ripresa in un altro punto della già citata relazione programmatica, dove si legge che "dalle 15 opere pubbliche appaltate nel 2007 (amministrazione Fossati) siamo arrivati nel 2010 (amministrazione Zanantoni) ad appaltarne solo 3/4." Eh sì, a Villa Casati, durante la mia amministrazione, ci siamo concessi delle vere e proprie "orge" .. "orge" di opere pubbliche, rigorosamente finanziate.

Ma le sorprese della serata non erano finite qui: l'assessore al Bilancio, che ha preso la parola dopo il sindaco, indossate ancora una volta le penne del pavone, ha dichiarato che, grazie alla loro bravura è stato facile far quadrare i conti di questo bilancio (?!). Muggiò - sempre per l'assessore Galletti - non s'intruppa con quei Comuni che si lamentano col governo centrale per i troppi paletti messi in tema di autonomia finanziaria degli enti locali. Muggiò è "fuori dal coro", è un'oasi felice. Incredibile: ma da dove attinge questo incauto ottimismo l'assessore Galletti? Vada a leggersi ciò che è scritto nella relazione programmatica del suo settore (molto più equilibrata e sincera) e s'accorgerà che i suoi toni trionfalistici sono fuori luogo.

In realtà, quello che è stato presentato è un bilancio grigio, mediocre, in tono minore, senza acuti, consonante con la giunta che lo ha partorito. Anche se - è doveroso ammetterlo - è difficile preparare un bel pranzo di nozze soltanto con dei fichi secchi. Ma la colpa dei fichi secchi non è della precedente amministrazione, bensì del governo "amico" di Roma.

1 commento:

  1. ... mi domando dove abbiano messo il loro programma elettorale. Credo sia stato archiviato e, per mascherare la loro incompetenza nel tradurlo in fatti, danno la colpa a chi li ha preceduti.
    L'artificio politico di promettere per conquistare consensi viene usato indifferentemente dall'attuale Governo e dai suoi amministratori amici che, sistematicamente, disattendono le aspettative dei cittadini.
    Stiamo ancora aspettando l'assunzione di ... quanti erano sette o otto i vigili da aggiungere all'organico della polizia locale?
    In questo caso di chi è la colpa?
    Che poca serietà!!!

    RispondiElimina