mercoledì 29 dicembre 2010

Rispetto del patto di stabilità senza riduzione dei servizi: una sfida persa dal centrodestra


Durante l'ultima seduta del consiglio comunale l'assessore al bilancio si è fatto rivolgere un'interrogazione da un compiacente consigliere di maggioranza per poter dichiarare con grande soddisfazione che il patto di stabilità sarebbe stato rispettato e per ringraziare con enfasi la giunta, i funzionari comunali (e fin qui i ringraziamenti ci potevano stare) e tutti i consiglieri di maggioranza per il loro importante contributo. Per quest'ultimo passaggio, però, mi consenta l'assessore Galletti di esternare il mio stupore. Chi frequenta il consiglio comunale sa qual'è l'apporto dei componenti della maggioranza: praticamente 'nullo', essendo la loro, nel 90% dei casi una presenza 'muta'.

Anch'io avevo auspicato nei mesi scorsi che il patto di stabilità venisse rispettato, perchè altrimenti le sanzioni previste dal governo avrebbero ulteriormente penalizzato il nostro Comune, rendendo estremamente difficile la predisposizione del prossimo bilancio. Dò atto all'amministrazione di aver raggiunto questo obiettivo, ma lo faccio esprimendo due considerazioni.
La prima. Per raggiungere questo risultato l'amministrazione comunale ha tagliato alla grande risorse in settori importanti: ad esempio, in quello della manutenzione delle strade (e i cittadini se ne sono accorti in questi giorni di cattivo tempo: quante buche pericolose disseminate ovunque!), del verde, delle opere pubbliche, ma anche dei servizi alla persona (servizi sociali e scuola, già penalizzata dalla riforma Gelmini).

La seconda. Anche la mia amministrazione di centrosinistra ha sempre rispettato il patto di stabilità, senza ridurre gli investimenti nel sociale e nelle opere pubbliche e senza suonare le fanfare e mettersi le penne del pavone. Questione di stile.

In conclusione: la vera sfida era quella di rispettare il patto di stabilità senza ridurre i servizi alla città. Mi dispiace ma questa sfida l'amministrazione di centrodestra l'ha persa!

Nessun commento:

Posta un commento