mercoledì 29 settembre 2010

Muggiò, prepariamoci al peggio (1° puntata)

Consiglio Comunale del 27 settembre, la maggioranza PDL + Lega Nord si presenta in aula in evidente affanno e con molte preoccupazioni mal dissimulate.

Senza troppa convinzione mostra ad un pubblico scettico la propria manovra di rientro nei parametri del Patto di Stabilità. Ad oggi infatti ci sono tutti gli elementi per pensare ad uno sforamento: oltre un milione e 7centomila euro di deficit a soli 90 giorni dal termine dell’anno non sono pochi e sindaco ed assessori non hanno dato risposte convincenti (o non son state proprio date). Non sono state attuate efficaci politiche di controllo dei costi e di riduzione della spesa nel corso dell'anno, ora i nodi vengono al pettine e ci si gioca il tutto per tutto sperando di incassare all’ultimo minuto gli introiti di una super-vendita di patrimonio immobiliare comunale per novecentomila euro.

Al momento, da questa operazione non è entrato in cassa neppure un euro, i tempi stringono e il conto alla rovescia è cominciato: lo sforamento - eventuale - del Patto di Stabilità per il nostro Comune sarebbe l’evento più dannoso degli ultimi anni, per le pesanti sanzioni che il Governo applica ai Comuni inadempienti.

Vorrebbe dire che per il 2011 il Comune non avrà le risorse per garantire gli stessi livelli di servizio ai cittadini garantiti sinora. Proprio quando ce n’è più bisogno per la crisi economica ed occupazionale. Risultato? Un Comune disgraziatamente immobile, assente e senza risorse. Una tragedia che – se accadrà - penalizzerà ogni cittadino muggiorese, ogni associazione, ogni impresa del territorio. Nessuno escluso.

Nessun commento:

Posta un commento