lunedì 28 giugno 2010

Zanantoni inaugura di tutto, anche opere realizzate dalla Giunta precedente... dimenticandosi di ricordarlo

Frenesia di inaugurazioni. Zanantoni di questi tempi inaugura di tutto: un parchetto rionale, una strada provinciale, degli uffici comunali. Poco male, se ricordasse ai cittadini e alla stampa che molte delle opere inaugurate sono state realizzate per merito della precedente amministrazione di centrosinistra. Purtroppo, però, il sindaco soffre di amnesie selettive, appropriandosi di meriti non suoi. Mi limito ad alcune considerazioni su due recenti inaugurazioni: la strada provinciale Desio – Muggiò – Nova Milanese e la sede dell’URP in Villa Casati.

a) La strada provinciale Desio – Muggiò – Nova Milanese.
La realizzazione di questa strada ha richiesto un tempo così lungo (circa 20 anni) che qualcuno ha parlato di quest’opera come della “Salerno – Reggio Calabria” brianzola. Proprio perchè non si trattava di un buon esempio di efficienza della pubblica amministrazione, forse era il caso di soprassedere ad una sua inaugurazione “in pompa magna”. Mi piacerebbe chiedere ai politici presenti – dagli assessori della Provincia di Milano e di Monza e Brianza ai sindaci di Desio e Muggiò – quale contributo hanno dato alla realizzazione di questa strada. Nessuno!

Ricordo che nel suo primo mandato (1999-2004) Zanantoni, se qualcosa ha fatto, nulla ha però ottenuto per sbloccare la situazione di stallo creatasi. Eppure c’era una situazione politica favorevole: infatti, nei Comuni interessati e in Provincia governava il centrodestra.

E’ stata la mia amministrazione, appena insediata, a rimettere in moto l’opera: infatti nel novembre 2004 la Provincia approvò il progetto definitivo e di lì a poco iniziarono i lavori, che sul nostro territorio terminarono nel 2008.
Fu un intervento per noi oneroso: infatti, del costo complessivo dell’opera (3 milioni e 700 mila €) ben 2 milioni e 220 mila € furono versati dai Comuni di Muggiò e Nova Milanese. Con soldi nostri realizzammo anche le barriere antirumore. I lavori non procedettero celermente, invece, sul territorio di Nova Milanese; di qui l’atteggiamento – condivisibile - del sindaco di Nova, Laura Barzaghi, che per manifestare il suo disappunto nei confronti delle autorità provinciali per le lungaggini dei lavori soprattutto nell’ultimo anno ha disertato la cerimonia dell’inaugurazione.

Ricordo anche l’impegno decisivo della mia amministrazione per ottenere la realizzazione della bretella di collegamento tra la Monza-Saronno e le tangenziali autostradali (parlo della via Baradello, prosecuzione della via Falcone) prima che iniziassero i lavori di interramento della Strada Statale 36. Noi abbiamo ottenuto di essere presenti ai tavoli decisionali, a tutti i livelli - Ministero dei Lavori Pubblici, Anas, Regione, Provincia - suggerendo delle soluzioni che non erano previste nei progetti iniziali e che sono state recepite. Quando verranno realizzate le due rotatorie mancanti (quella di viale Mazzini, all’altezza dell’Alfa Laval e quella della Taccona, oggi semaforizzata) si potranno valutare appieno gli importanti benefici di questa bretella.

Con questi due interventi abbiamo dato una soluzione positiva a uno dei più gravi e difficili problemi sul tappeto: il traffico di attraversamento della nostra città con tutti i problemi di inquinamento connessi. Rivendico con forza e chiedo che venga riconosciuto alla mia amministrazione il merito di quanto ottenuto.
b) Il nuovo Ufficio Relazioni col Pubblico (URP)
Martedì 22 giugno il sindaco Zanantoni ha inaugurato un nuovo ufficio comunale, l’URP, situato in Villa Casati, esprimendo soddisfazione per aver realizzato nel giro di un anno un importante obiettivo del suo programma elettorale. Soddisfazione legittima; ma mi sarei aspettato che venisse citato anche il notevole lavoro di ristrutturazione degli edifici comunali realizzato dalla mia amministrazione, che ha creato le condizioni e gli spazi necessari – anzi,indispensabili – per l’attivazione di questo nuovo ufficio.
Ma il sindaco Zananantoni sicuramente non ha voluto togliere a me il piacere di ricordare alla stampa e ai cittadini i meriti della mia amministrazione. E allora elenco di seguito e sinteticamente questi interventi da noi realizzati:

- ristrutturazione del primo piano di Villa Casati, dove sono situati gli uffici del sindaco, della giunta, del direttore generale e di alcuni funzionari;
- ristrutturazione e messa a norma dell’ammezzato dell’avancorpo della Villa Casati, dove sono stati collocati i Servizi Sociali;
- ristrutturazione e messa a norma del piano terra dell’avancorpo di Villa Casati, dove è stato collocato il nuovo ufficio URP;
- ristrutturazione di un’ala di palazzo Brusa, dove sono stati collocati i settori dell’Urbanistica, dell’edilizia privata e dei Lavori Pubblici;
- completamento della ristrutturazione e arredamento degli spazi situati nell’ex cinema Mignon, dove sono stati collocati i servizi del commercio e dell’igiene ambientale.

Questi interventi, che hanno comportato l’allocazione di ingenti risorse, sono stati effettuati per migliorare e mettere a norma gli ambienti di lavoro degli operatori comunali e per garantire servizi più efficienti ai cittadini. Ricordo, a questo proposito – e c’è traccia nei documenti amministrativi – che l’obiettivo nostro era ancor più ambizioso: partire dall’allestimento dell’URP per arrivare alla creazione di uno “sportello unico” presso il quale il cittadino avrebbe dovuto trovare soddisfacimento a tutte le sue richieste, senza obbligarlo a peregrinare nei diversi uffici.

In conclusione: l’attivazione dell’URP è sicuramente un evento positivo, di cui anche noi ci rallegriamo, ricordando però che i meriti di ciò vanno riconosciuti esplicitamente anche a chi ha realizzato le infrastrutture che hanno reso possibile il raggiungimento di questo traguardo.
Carlo Fossati
sindaco di Muggiò 2004-2009

Nessun commento:

Posta un commento