venerdì 16 aprile 2010

L’arte della menzogna del centrodestra muggiorese: le tasse e le bugie del sindaco

La destra muggiorese ha vinto le ultime elezioni con una quantità enorme di bugie che venivano gettate come fango verso la maggioranza di centrosinistra guidata dal Sindaco Fossati. Ma, come dice il proverbio popolare: “le bugie hanno le gambe corte”. Proprio vero, non vanno molto lontano e prima o poi vengono scoperte e denunciate.

Come un ritornello, la destra accusava il centrosinistra di “aver messo le mani nelle tasche dei cittadini” per la pesante (a dir loro) tassazione che gravava sui muggioresi.
Ora, come si dice in questi casi – carta canta! – ed ecco la pressione fiscale a Muggiò:

Cos’è la pressione fiscale? E’ quella parte di reddito che ognuno di noi paga al Comune di Muggiò attraverso l’imposizione di tasse e imposte locali quali l’ICI, l’addizionale Irpef, la tassa sui rifiuti, la Tosap, etc.

Come si può vedere nel 2004 a Muggiò governava proprio il centrodestra ed ogni muggiorese pagava mediamente alle casse comunali 466,07 euro. Si parla infatti di pressione fiscale “pro-capite”, quella cioè che grava “mediamente” su ogni cittadino muggiorese.

Poi, durante i cinque anni di governo del centrosinistra, escluso il 2006 in cui crebbe di soli 13,46 euro, la pressione fiscale è andata complessivamente diminuendo. Nel 2009 l’”apparente” incremento è dovuto ad un maxi accertamento fiscale (la Tassa rifiuti) nei confronti della ex multisala cinematografica (quella nel parco del Grugnotorto, fallita ed in odore di ‘Ndrangheta). Oggi, la pressione fiscale a Muggiò è di 386,28 euro.

Altro che partito delle tasse, il centrosinistra guidato dal sindaco Fossati lascia una Città che paga meno tasse di quel che pagava con il centrodestra. Nel 2004 infatti, quando il sindaco era proprio Zanantoni, i muggioresi pagavano quasi il 20% di imposte e tasse in più rispetto ad oggi.

Cosa diranno ora quelli del centrodestra? Che si erano sbagliati? Figuriamoci, piuttosto si farebbero tagliare la lingua.

Dopo aver promesso in campagna elettorale un contenimento del prelievo impositivo comunale, pare che ora se ne siano già dimenticati, respingendo addirittura la proposta del PD e della lista civica “con Fossati per Muggiò” di abbassare la pressione fiscale per i ceti più bassi, attraverso l’esenzione dall’Irpef comunale per i redditi al di sotto dei 15mila euro annui. I fondi di bilancio c’erano ma la destra ha preferito fare altro.

Rimane però il quesito: Cosa dovrebbero pensare del proprio attuale sindaco i cittadini di Muggiò, ben sapendo che per anni gli sono state rifilate bugie e falsità? Come dovrebbe sentirsi un sindaco che mente, sapendo di mentire, ai propri concittadini?

5 commenti:

  1. Bravo consigliere Suppa.

    Bisogna denunciare questi bugiardi affaristi che comandano a Muggiò!

    Non dimentichiamo il parco della Taccona: lì con le concessioni edilizie che stanno rilasciando bisogna stare attenti o il parco sparirà!

    Soldi soldi e ancora soldi.

    Ma i muggioresi dormono?

    La lega nord parla parla ma è attaccata alla cadrega del potere!

    RispondiElimina
  2. Come sempre è lo STILE che contraddistingue il centro-destra. Quello stile del venditore di sogni che non fa altro che abbindolarti per poi farti credere che tutto ciò che sta facendo per lui in realta lo fa per te. E' l' essenza del berlusconismo.
    Per quanto riguarda la lega....bhe parla alla pancia degli elettori con slogan d' impatto. Ma nei fatti ha il sedere attaccato alla poltrona con tripla dose di colla!

    RispondiElimina
  3. qualcuno ci aggiorna anche sullo scandalo del pollaio al cimitero comunale?

    RispondiElimina
  4. TARSU ieri 18 Maggio insieme al digitale terrestre sono arrivate cartelle.
    Anno su Anno + 27% non male direi tenuto conto che siamo in piena recessione. Aumentare le tasse del 27% lo faceva anche lo sceriffo di Nottingham.....Robin dove sei, esci dallo schermo e vieni a Muggio'. Libero

    RispondiElimina
  5. Be', direi una triste coincidenza.
    Comunque sulla Tarsu stiamo preparando un post appositamente dedicato.

    RispondiElimina