domenica 13 dicembre 2009

Se questa è una coalizione: Zanantoni, la Lega e le dimissioni del vicesindaco


I retroscena delle dimissioni del vicesindaco? Li aspettavamo tutti il 9 dicembre, alla seduta consiliare. Perché un vice sindaco che si dimette dall’oggi al domani dopo 5 mesi non è roba di tutti i giorni. E invece? Giri di parole e tanti dubbi che rimangono lì per un gesto dalle poche luci e dalle molte ombre.

Comincia da lontano Zanantoni nel suo intervento iniziale, da quella campagna elettorale (che ha definito “scellerata”) in cui si è trovato costretto a difendersi anche dal suo principale alleato, la Lega Nord, che “sgomitava” e che entrava “a gamba tesa” contro di lui, mettendo in discussione la sua persona e la sua candidatura a sindaco di Muggiò.

Con queste premesse nasce dunque la coalizione che oggi governa Muggiò, ma dopo cinque mesi le prime crepe in consiglio (dalla privatizzazione dell’acqua ai servizi sociali sino alle nomine nelle commissioni consiliari) sono solo le avvisaglie della voragine finale: le dimissioni del vice di Zanantoni scritte “in presa diretta” e presentate durante l’ultimo Consiglio comunale del 30 novembre e pervenute subito al diretto interessato, il sindaco, che fa finta di niente e tiene nascosto un evento così importante alla maggioranza e alle minoranze, rimandando solo di poche ore l’annuncio ufficiale.

Perchè Zanantoni tiene l’intero Consiglio comunale all’oscuro di quanto sta avvenendo sotto i loro occhi? Comportamento molto discutibile da parte del capo dell’Amministrazione comunale che deve rendere conto del suo operato proprio al Consiglio eletto dai cittadini di Muggiò. Non siamo quindi poprio di fronte ad un dettaglio trascurabile.

Continuando nel suo intervento Zanantoni ammette che le dimissioni lo mettono in difficoltà - ... non me l’aspettavo! - dice, e vorrebbe capire anche lui quale sia lo stato della maggioranza che lo sostiene - ... bisogna fare il tagliando! - Dopo soli cinque mesi? E la Lega? Per la Lega parla Zanantoni che riferisce di un incontro avuto con l'assessore monzese Romeo che da responsabile provinciale del Carroccio dichiara - La Lega rimane in maggioranza, tutto verrà ricomposto! - Ma cosa c’entra Romeo? I leghisti di Muggiò non sono in grado di scegliere da soli se sia il caso di continuare a sostenere Zanantoni o meno?

Ah ecco, i leghisti, ci stavamo dimenticando proprio di loro.

Ad ascoltare l’intervento di Zanantoni in Consiglio ci sono gli esponenti della Lega reduci da una settimana difficile: Galletti, il nuovo vice sindaco, Gavazzi e Mazza, i due consiglieri. Sull’argomento tacciono. Non prendono la parola neanche per rassicurare i propri colleghi di maggioranza. Tacciono, come se fosse nel normale ordine delle cose vedere il vice sindaco dimissionario dopo soli cinque mesi. Tacciono proprio quando tutti avrebbero avuto qualcosa da dire.

Nessun commento:

Posta un commento